Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Borsa: Milano pesante (-1,1%) con Atlantia, Leonardo e Mps Mercato condizionato da crollo record del pil Ue    |    Borsa: Europa chiude in deciso calo con timori per economia Parigi -1,6%, Londra -1,5% e Francoforte -0,7%    |    Borsa: Milano chiude in calo (-1,13%) L'indice Ftse Mib scende a 20.028 punti    |    Borsa: Del Vecchio primo per patrimonio con 18,9 miliardi MF-Milano Finanza, in anno Covid per 'Paperoni' -11 miliardi    |    Mediaset: Vivendi, attendiamo incontro al massimo livello Nuova lettera dei francesi, parlino Cda per evitare interferenze    |    Borsa: Europa scivola, futures Usa negativi, Milano -1,4% Restrizioni Gb su Covid frenano Iag, Spread a 140 punti    |    Borsa: Milano debole (-1,4%), giù Atlantia e Saipem, tiene Tim Spread scende a 141 punti,    |    Ue-19:calo record occupati,-2,8% nel secondo trimestre Stima flash di Eurostat. Giù del 2,6% nell'Ue-27    |    Ue-19: calo record Pil -12,1% nel secondo trimestre Stima flash Eurostat. Calo dell'11,7% nell'Ue-27    |    Borsa: Europa giù con dati Ue e futures Usa, Milano -1,6% Scivolone Iag con restrizioni Covid, pesano Atlantia e Saipem    |    Ferragosto con hotel pieni in Sardegna nel 2020 nero Federalberghi, -75% prima del 10/8. Timidi segnali a settembre    |    Bankitalia: debito record a 2.530 mld, effetto Covid su entrate Fabbisogno di 20,6 mld, a 60,7 mld disponibilità liquide Tesoro    |    Borsa: Milano amplia il calo (-1,9%), pesa Atlantia Sotto pressione Banco Bpm e Saipem, Spread sale a 144 punti    |    Borsa: Europa cede, attesi Pil Ue e vendite Usa, Milano -1,3% Occhi su negoziati con la Cina, scivola Iag su restrizioni Covid    |    Borsa: Milano debole (-0,9%), giù Banco Bpm, Saipem e Atlantia Spread a 144 punti, scivolano Unicredit e Intesa, bene Moncler    |    Borsa: Europa apre debole, Parigi -0,46% In calo anche Francoforte (-0,22%) e Londra (-0,36%)    |    Borsa: Milano apre in calo, -0,43% Indice Ftse Mib a quota 20.170 punti    |    Spread Btp-Bund apre stabile a 141 punti base Rendimento del decennale italiano all' 1%    |    Cambi: euro sale a 1,1815 dollari Sullo yen a 126,24    |    Petrolio: in lieve rialzo a 42,37 dollari al barile Brent sale a 45,12 dollari    |    Oro: in calo a 1.949 dollari l'oncia Cede lo 0,2%    |    Petrolio: chiude in calo a Ny -1% a 42,24 dollari al barile    |    Arriva dl agosto, sgravi per 410mila assunzioni Novità da mondiali sci Cortina a Taranto. Restano spiagge e Borsa    |    Borsa: Milano chiude in calo (-0,88%), bene Banco Bpm, giù Tim Prese di beneficio dopo 4 sedute in rialzo, spread sopra i 142    |   

DOMANI DICHIARAZIONE CONGIUNTA DI CONFINDUSTRIA, BDI E MEDEF A UE




Confindustria, BDI e Medef pubblicheranno il 12 maggio una dichiarazione congiunta, rivolta ai governi di Italia, Germania e Francia e alle Istituzioni europee, per chiedere un ampio piano per tornare a crescere e difendere la competitività delle imprese a livello globale.

L'appello chiede una risposta ambiziosa e senza precedenti per la ripresa europea, con solidarietà, sostenibilità e digitalizzazione tra le priorità. Nella missiva i Presidenti delle tre organizzazioni industriali, Vincenzo Boccia, Dieter Kempf (BDI) e Geoffroy Roux de Bézieux (Medef), si dicono "profondamente preoccupati per le conseguenze sociali, economiche e politiche della pandemia" partendo dal presupposto che non tutti i Paesi sono stati colpiti allo stesso modo dall’emergenza e che alcuni territori e settori industriali, nonostante le misure senza precedenti già prese anche per fornire liquidità al sistema, non potranno evitare l’enorme calo e le forti ripercussioni economiche su produzione, occupazione e finanza pubblica, almeno fino a quando la situazione sanitaria non tornerà a essere nuovamente sotto controllo.

“Le nostre economie e le nostre società dovranno affrontare un grande shock con il recupero dalla fase di lock-down che richiederà tempo”. Al fine di "passare dal contenimento all'uscita, dall'uscita alla stabilizzazione e al recupero completo" gli industriali italiani, tedeschi e francesi, consapevoli che le loro economie sono profondamente integrate, hanno condiviso tra le altre, le seguenti raccomandazioni: cooperazione europea e internazionale nei piani d’uscita dall’emergenza e in quelli per la ripresa; una risposta ambiziosa da parte dell’UE, un rafforzamento del Temporary Framework sugli aiuti di Stato; l’adozione di forti misure fiscali a livello nazionale anti-cicliche per supportare la ripresa; una forte risposta fiscale che dovrà essere solidale e risposte adeguate da parte della politica con garanzia di copertura delle nuove priorità messe a bilancio.

DIALOGHI, ARTE E MUSICA al Museo Ebraico di Lecce

La cultura non si ferma…al Museo Ebraico di Lecce un ricco programma di dirette social per aderire alla campagna  #iorestoacasa:

 

 lunedì 11 maggio

ore 19.00 – ALESSANDRO CAPONE

Docente di letteratura cristiana antica, Università del Salento

e FABRIZIO LELLI

Direttore del Museo Ebraico di Lecce e docente di lingua e letteratura ebraica, Università del Salento

Cultura ebraica e cultura greca nel Salento medievale

 

martedì 12 maggio

ore 18.30 - GIUSEPPE CUSCITO

Ebraista e storico delle religioni

Astronomia ebraica nel Salento medievale

 

mercoledì 13 maggio

ore 19.00 – FRANCO MONGIÒ

Infettivologo

Epidemie nella storia e nel presente e loro ricadute sulla società (Fase 2)

 

giovedì 14 maggio

ore 19.00 – ELENA MURINOVA

Guida turistica abilitata (Regione Puglia), specializzata in lingua russa.

ELISABETTA NANNI

Archeologa e guida turistica abilitata (Regione Puglia)

e FABRIZIO LELLI

Direttore Museo Ebraico di Lecce e docente di lingua e letterature ebraica, Università del Salento

Guide a confronto sul turismo ebraico in Salento 

Coronavirus - segnalazione priorità

Caro Collega,

stiamo attraversando un periodo estremamente complicato che sta stravolgendo la vita di tutti noi.

Come imprenditori siamo chiamati ad assumerci delle responsabilità ulteriori rispetto a quelle di ogni cittadino. Abbiamo dimostrato un grande senso di responsabilità mettendo la salute di tutti i nostri dipendenti avanti ad ogni scelta di natura economica.

Il quadro normativo di riferimento è in continua evoluzione e, se pur sia comprensibile alla luce della straordinarietà del momento, non sempre riusciamo ad avere risposte chiare e certe ai problemi che stiamo affrontando.

Confindustria Lecce sta continuando a garantire i servizi ritenuti prioritari per le nostre imprese.

In particolare stiamo supportando i nostri imprenditori nell’attivazione delle procedure di cassa integrazione che purtroppo si rendono sempre più necessarie nei vari comparti.

Stiamo raccogliendo tutte le indicazioni di natura sanitaria che possono aiutare a prendere le decisioni più opportune sui posti di lavoro.

Condivideremo nei prossimi giorni tutti gli aggiornamenti di natura fiscale e previdenziale appena ci sarà l’ufficialità con l'approvazione del decreto in queste ore. Proveremo a fare luce sulle informazioni ufficiali superando tutte le incertezze delle comunicazioni false che ci arrivano in questi giorni.

Stiamo interagendo con gli Istituti di Credito per capire tutte le iniziative a sostegno delle nostre imprese.

Siamo a disposizione per risolvere i dubbi che potranno venire ad ognuno rispondendo alle vostre domande ed eventualmente creando una lista di FAQ utili.

Vi chiedo di inoltrare eventuali quesiti alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ogni ufficio di Confindustria Lecce, in base alle proprie competenze, risponderà nel minor tempo possibile.

Per aiutarci a definire le priorità sulla base delle vostre istanze, vi chiedo la cortesia di rispondere al questionario che vi abbiamo inviato la scorsa settimana e che qui allego nuovamente (inviatelo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

Resto personalmente a disposizione per ogni necessità.

Un abbraccio a tutti e buon lavoro.

Andrà tutto bene!!!

Giancarlo Negro
Presidente Confindustria Lecce

Emergenza Covid-19 - Attivazione numero verde Spesal per le imprese


Sarà presto attivo il numero verde 800069300, dalle 8 alle 20, per al quale rivolgersi per individuare eventuali misure organizzative indispensabili a contenere il contagio sui luoghi di lavoro.

In attesa dell'attivazione è possibile rivolgersi a: 0832215378 - Spesal Area Nord
                                                                       0832425215 - Spesal Area Sua

CORONAVIRUS: URGENTI MODIFICHE AL D.L. n. 11/2020 PER LA GIUSTIZIA TRIBUTARIA

Il Decreto Legge n. 11 dell’08 marzo 2020 (in G.U. n. 60 dello stesso giorno) all’art. 1 ha disposto il differimento urgente delle udienze e sospensione dei termini nei procedimenti civili, penali, tributari e militari, tanto è vero che gli artt. 1, ultimo comma, e 2, ultimo comma, prevedono che le disposizioni, in quanto compatibili, si applicano ai procedimenti relativi alle Commissioni Tributarie.

Leggi tutto: CORONAVIRUS: URGENTI MODIFICHE AL D.L. n. 11/2020 PER LA GIUSTIZIA TRIBUTARIA

COPYRIGHT © 2020. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com