Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy

CIRCLEIN SI CANDIDA A ESSERE UNA BEST PRACTICE EUROPEA

Assessore Regionale Allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci intervenendo ai lavori ha dichiarato:- Guardo con attenzione alle attività di ricerca che possono aiutare a immaginare lo sviluppo economico del territorio. Il tema è molto interessante e ha avuto un finanziamento dal mio assessorato. Un progetto su cui anche la Regione ha scommesso ecco perché il tema dell’economia circolare è quello su cui fonderemo la prossima attività di governo e di economia circolare.

 

L’area mediterranea è importante da immaginare come scenario, faremo una call sulla nuova programmazione e il laboratorio potrà diventerà acceleratore di impresa e startup e sono disponibile per istituire assegni di ricerca e borse di ricerca su questo tema.

E lo vogliamo fare con la Cittadella della Ricerca, per far si che quel luogo diventi acceleratore di impresa –è in corso acquisizione-.

La Puglia sta avviando un osservatorio- centro di studi che definisca le policy  e effettui analisi e mi piacerebbe confrontarmi con laboratorio di ingegneria per istituire una rete per l’economia circolare per la programmazione 2020-2027. La programmazione è tutta da scrivere, da scrivere insieme. Esistono gia misure coe tecnonidi che finanziano startup, si potrebbe costituire un fondo di investimento regionale per accelerare la ricerca e favorire la nascita di startup. La vera sfida non sta tanto nella Pa ma nelle opportunità che si possono generare per risolvere temi di economia circolare.

Tempi celeri : Il ministero transizione ecologica è una grandissima opportunità su cui la Puglia vuole essere protagonista, vogliamo che ambiente sia una grande sfida e dobbiamo intraprendere la sfida del rispetto ambiente senza perdere tempo.

 

Finanziato nell’ambito della prima call del bando Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020, è un progetto di cooperazione transfrontaliera finalizzato a promuovere sviluppo imprenditoriale a ridotto impatto ambientale e con obiettivi di riduzione dell’inquinamento.

 

Il partenariato di progetto comprende, per la Grecia, le Camere di Commercio di Ioannina e Lefkada, e per la Puglia il Laboratorio di Ingegneria Economico-Gestionale del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento e la Camera di Commercio di Foggia.

 

Il Magnifico Rettore Fabio Pollicedell’Università del Salento a commento dei risultati di progetto ha dichiarato a commento di Circlein “Università si sta profondamente rinnovando. Gli Interreg hanno una importanza straordinaria è bellissima la collaborazione tra popoli tra comunità non considerare i confini ma i ponti. Interreg Circlein ci da la possibilità di rafforzare questi ponti tra persone che condividono una idea fondamentale lo sviluppo sostenibile. Per questo bisogna lavorare sulle regole dell’università: la formazione, la ricerca e la terza missione. Somo persone come la dottoressa Passiante (responsabile scientifico di Circlein) che cambiano il mondo

La professoressa Giuseppina Passiante che è intervenuta illustrando le nuove sfide di questo passaggio e le possibili ricadute occupazionali è ordinaria di Gestione dell’Innovazione e coordinatrice del Laboratorio, per le attività è stata coadiuvata da Pasquale Del Vecchio, project manager di progetto, e dalle ricercatrici di Ingegneria gestionale  Professoressa Giustina Secundo e Professoressa Valentina Ndou e dalla Dottoressa Gioconda Mele Research Fellow Management Engineering.

 

Il progetto ha fornito strumenti pratici e operativi per l’identificazione e lo sviluppo in chiave imprenditoriale di buone pratiche in tema di riuso, riduzione dell’inquinamento, rigenerazione.

Nel corso dell’iniziativa è stato aperto il corner su economia circolare presso il Cubo Q Aldo Romano di Ecotekne e sono stati consegnati gli attestati di Impresa Sostenibile a due aziende del territorio: Alvi System e In.Presa da Presidente di Confindustria Giancarlo Negro importante stakeholder di progetto  e dal Coordinatore del Segretariato del programma Grecia-Italia, dott. Gianfranco Gadaleta e dalla project officer Chrysa Pierri.

Giancarlo Negro Presidente di Confindustria Lecce ha dichiarato: “Noi guardiamo a economia circolare e ambiente partendo da impresa, ma riguarda tutti noi cittadini. Stiamo finalmente guardando con grande senso di responsabilità a un nuovo modo di fare impresa, nuove competenze per fare impresa con attenzione all’ambiente. Questo percorso è stato focalizzato su obiettivi chiari”.

 

Nel corso dell’evento sono arrivati contributi in remoto da Camere di Commercio di Ioannina, capofila del progetto, e Lefkada per la Grecia

 

Il Prof. Pasquale del Vecchio project manager del progetto e coautore del saggio “Imprenditorialità tecnologica & economia circolare” che è stato distribuito e sarà disponibile in modalità digitale, ha illustrato i principali risultati di Circlein: “Circlein è stato ricerca, ma anche formazione dato che abbiamo realizzato una web academy in chiave di sviluppo imprenditoriale che ha coinvolto onine 80 persone con tutti i ricercatori del laboratorio di ingegneria gestionale, ricercatori e partner stranieri, fondamentale la collaborazione degli stakeholder del territorio Regione, Città di Lecce, Confindustria Lecce, Brindisi e Foggia.”

 

Nel suo intervento il Prof. Del Vecchio ha ringraziato tra gli stakeholder anche ENEA la dottoressa Grazia Barberio responsabile del coordinamento tecnico della piattaforma Icesp (Italian Circular Economy Stakeholders Platform), ecosistema basato su una piattaforma digitale per l’economia circolare.

Share