Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Porti: Anac, decade presidente Autorità Trieste Per incompatibilità con altra carica.Annullata attività dal 2016    |    Confindustria: Bonomi cambia governance, torna il direttivo Al presidente diritto nomina e revoca del direttore generale    |    Borsa: Europa chiude in flessione dopo Bce, Parigi -0,21% Londra -0,64%, Francoforte -0,45%    |    Borsa: Milano chiude seduta piatta, -0,04% Ftse Mib a 19.634 punti    |    Borsa: Europa in saliscendi dopo Bce, Milano +0,57% Spread sotto i 172 punti, a Piazza Affari corre Banco Bpm    |    Gualtieri,cauto ottimismo su risultati misure liquidità Moratoria su prestiti "un successo'"    |    Borsa: Europa di nuovo in negativo, Milano -0,64% Listini poco stabili dopo Bce, spread resta sotto 180 punti    |    La Bce rilancia il Qe pandemico, altri 600 miliardi Bce: lascia tassi fermi a zero    |    Bce - LA DIRETTA    |    Borsa: Europa debole attende Bce, Milano -0,8% Futures in calo, spread sopra 193, deludono misure Germania    |    Fincantieri:primo contratto per Naviris,5 progetti con Occar Per migliorare prestazioni e consumi delle navi    |    Borsa: Europa peggiora dopo vendite dettaglio, Milano Madrid la peggiore. Milano -1,1%    |    Gualtieri: 'Sui prestiti alcune banche rapide altre lente' Conte: 'Pil torna ai livelli del 2000, serve sforzo corale'    |    Snam: accordo con Alstom per treni a idrogeno Collaborazione quinquennale, primo progetto a inizio 2021    |    Borsa: Milano amplia calo (-1%) in attesa Bce Piazza Affari in linea con Europa, Atlantia prosegue in rosso    |    Abi, quasi 500mila domande prestiti garantiti a Fondo Domande moratoria a 260 miliardi di euro    |    Borsa: realizzi in Europa, Milano -0,4% Misure Germania penalizzano settore auto, pesa calo greggio    |    Borsa: Milano prosegue in calo (-0,6%), giù Atlantia Titolo cede il 3,4% in attesa decisioni governo su concessioni    |    Sace, emesse garanzie per 430 milioni su 47 istanze Richieste attraverso la procedura semplificata, tutte eseguite entro 48 ore. Pienamente conforme l'operazione per Fca....    |    Borsa: Europa apre in calo, Parigi -0,56% Deboli anche Francoforte (-0,78%) e Londra (-0,43%)    |    Borsa: Milano apre in calo (-0,62%) Indice Ftse Mib a 19.519 punti    |    Inps: per il reddito di emergenza fino a 840 euro mese Se il nucleo di due adulti e due minori e c'è una disabilità    |    Borsa: Asia in ordine sparso, attesa per riunione Bce In rialzo Tokyo e Borse cinesi.    |    Spread Btp/Bund apre stabile a 189 punti Rendimento del decennale all'1,545%    |    Borsa: Tokyo chiude in rialzo (+0,36%) Indice Nikkei a 22.695 punti    |    Cambi: euro in calo all'avvio a 1,1219 dollari Yen a 109,09    |    Oro: oscilla attorno a quota 1700 dollari Quotazioni metallo stabili    |    Petrolio: ferma i rialzi e scende sotto i 37 dollari Greggio Wti cala dell'1,82% a 36,66 dollari al barile    |    Borsa: Shanghai apre a +0,29%, L'indice Composite sale a 2.931,84 punti    |    Borsa: Hong Kong positiva, apre a +1,31% L'indice Hang Seng si attesta a 24.643,84 punti    |   

FISCO: CONFINDUSTRIA E COMMERCIALISTI PRESENTANO UN DOCUMENTO SULLE SEMPLIFICAZIONI

Un pacchetto di proposte per un fisco più semplice da sottoporre all’attenzione della politica, impegnata in queste settimane con la definizione della legge di bilancio.

Lo hanno messo a punto in un documento congiunto Confindustria e Consiglio Nazionale dei Commercialisti, con l’obiettivo di contribuire a creare un contesto più certo e lineare nel quale operare. Il documento “Imprese e commercialisti per un Fisco più semplice”, presentato oggi a Roma nel corso di un evento a Palazzo San Macuto, contiene oltre 50 articolati normativi che declinano in maniera puntuale le azioni più urgenti da compiere sulla strada della razionalizzazione del nostro sistema fiscale.

Gli interventi delineati da imprese e professionisti si articolano lungo tre direttrici: la semplificazione normativa, la razionalizzazione degli adempimenti e la garanzia di un rapporto equilibrato tra fisco e contribuenti. Le proposte spaziano dall’ambito Iva e imposte indirette a quello Ires e reddito d’impresa; da quello relativo a Irpef e sostituiti d’imposta a quello dei tributi locali, fino a toccare gli ambiti dell’accertamento, del contenzioso e della riscossione.  

Secondo Commercialisti e Confindustria è prioritario intervenire nell’ambito IVA, per ridurre e semplificare la mole di adempimenti e oneri connessi. A quasi un anno dall’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica è fondamentale che gli sforzi profusi si traducano in risultati concreti in termini di semplificazione e risparmio di costi, a partire dal rendere annuale la trasmissione del cosiddetto esterometro.

Il documento affronta poi alcune significative complicazioni operative, come la gestione di doppi binari, che sottrae tempo e risorse agli operatori e che andrebbe regolamentata con maggiore coerenza. L’equilibrio del rapporto fisco-contribuente, sottolineano Commercialisti e Confindustria, è spesso compromesso da interpretazioni di prassi in contrasto con principi di logica giuridica. Tra le contromisure da adottare per facilitare questo rapporto, il documento vaglia anche i temi della acquiescenza parziale, dell’obbligo generalizzato di contraddittorio preventivo e di comunicazione della chiusura di una verifica anche in caso di suo esito negativo, nonché quello di una razionalizzazione della disciplina degli avvisi bonari. Una tax governance sempre più orientata alla prevenzione dei rischi di natura fiscale dovrebbe, inoltre, essere corredata da un ripensamento della reazione sanzionatoria che appare, in specifici casi, sproporzionata rispetto alla condotta perseguita.  
 
“Il nostro auspicio – affermano il direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci e il presidente dei Commercialisti, Massimo Miani - è che questo lavoro congiunto svolto dalle nostre due realtà possa costituire un valido contributo per il legislatore e per l’Amministrazione finanziaria e che le occasioni di dialogo sul tema delle semplificazioni possano contribuire a riallacciare le fila di progetti di revisione complessiva della struttura e della disciplina dei singoli tributi. Imprese e professionisti continuano a considerare lo Statuto dei diritti del contribuente un presidio per la chiarezza, la logicità e la razionalità delle norme fiscali. Un sistema tributario come il nostro – concludono - caratterizzato da una frenetica discontinuità e da frequenti ritocchi, sempre nuovi adempimenti e regimi speciali, pregiudica, in alcuni casi, quelle esigenze di certezza, stabilità e semplificazione che i contribuenti e gli operatori del settore invocano”.
COPYRIGHT © 2020. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com