Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Contro evasori governo punta su emersione spontanea In atto indirizzo 2018-2020 aiuti a competitività imprese e fatturazione elettronica    |    Fisco:lunedì Imu-Tasi per 25 mln persone Gettito stimato 10,2 mld per conto complessivo di 20,3 mld    |    Per pensioni oltre 5.000 euro 12,3 mld 1,1 mln persone con oltre 3.000 euro di redditi da pensione    |    Pensioni:da 2018 1 anno in più per donne A 66 anni e sette mesi. Tra 2010 e 2019 sette anni in più    |    Fisco:Uil,lunedì ultimo giorno Imu-Tasi per 25 mln cittadini Gettito stimato 10,2 mld per conto complessivo di 20,3 mld    |    Fisco: per non pagare canone Rai dichiarazione entro anno Agenzia delle Entrate, tempo fino al 31 gennaio ma così si evitano rimborsi    |    Cgia, 9,9 mld da seconda rata Imu e Tasi Pagamenti entro 18/12, da seconde/terze case a Comuni 5,3 mld    |    Natale: Per regali spesa media 166 euro E' uno degli dati che emergono dall'indagine fatta da Confcommercio sugli acquisti di Natale    |    Ilva: verso ingresso Cdp in AmInvestco Con 100 mln in cordata composta da ArcelorMittal e Marcegaglia    |    Luxottica: Vian lascia, Milleri nuovo ad Più deleghe a Del Vecchio    |    Luxottica:Vian lascia, Milleri nuovo a.d Più deleghe a Del Vecchio    |    Mps: Falciai ritira candidatura a Cda Tesoro al lavoro per altro nome a presidenza    |    Borsa: Milano maglia nera in Europa Bene Mediaset (+1,2%) con richiesta rinvio udienza Premium    |    Borsa: Europa chiude contrastata Francoforte (+0,27%), Parigi (-0,15%)    |    Spread Btp chiude in rialzo a 151 punti Ai massimi da fine ottobre    |    Borsa: Milano chiude in calo (-0,44%) Indice Ftse Mib a quota 22.094 punti    |    Mediaset-Vivendi:legali, rinvio per pace Verrà formalizzata in udienza, in corso mediazione per accordo    |    Banche: Padoan, protetto risparmiatori E senza interferire, come ha detto Boschi    |    Nielsen, fiducia Italia meglio di Europa Ma Germania resta prima in assoluto (102 a 65)    |   

CONFINDUSTRIA: NO DELLE IMPRESE A NUOVE REGOLE BCE SU NPL

Le imprese sono estremamente preoccupate per l’addendum alle linee guida sul trattamento degli NPL messo in consultazione ieri dalla Bce. Contiene una serie di previsioni e di automatismi che, se confermati, avrebbero un impatto di grande rilievo sui requisiti patrimoniali delle banche, imponendo loro nuovi e onerosi accantonamenti e anche sul mondo delle imprese con una ulteriore, ingiustificata, stretta nell’offerta di credito.

 

Si tratta dell’ennesimo intervento che modifica significativamente - senza che ci siano analisi di impatto e argomentazioni solide che lo giustifichino - disposizioni già esistenti, con l’effetto non solo di spiazzare le banche e i loro piani industriali a medio e lungo termine, ma anche di penalizzare i risparmiatori azionisti delle banche e, soprattutto, di restringere i canali di finanziamento delle imprese, in particolare di quelle piccole e medie, incidendo sulla crescita e sul livello di occupazione in tutta Europa.

Una scelta che appare incomprensibile, dato che nelle attuali regole ci sono tutti i meccanismi necessari ad assicurare adeguata copertura dei crediti deteriorati, e che le disposizioni in consultazione rappresenterebbero una misura prociclica, in netta contraddizione con la politica monetaria espansiva ed anticiclica della stessa BCE.

Ciò appare irragionevole in questo momento storico, specie se si considera che siamo all’inizio di una fase di ripresa e che con simili interventi si rischia di ridurre e depotenziare gli effetti positivi che si sono realizzati nell’economia reale e che è necessario continuare a stimolare con ulteriori interventi di politica economica.

Confindustria intende agire, anche in sede europea, non solo per contestare l’impostazione e la tempistica delle nuove linee guida sugli NPL, ma più in generale per ribadire ai regolatori che occorre coerenza nelle linee di politica economica e quelle della politica monetaria che devono essere anticicliche ed espansive e non invece antitetiche, così da assicurare l’indispensabile equilibrio tra le azioni volte a perseguire la stabilità del settore finanziario e quelle mirate a stimolare competitività e crescita.

COPYRIGHT © 2017. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com