Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,59%) Cambi: yen stabile su dollaro, si rivaluta su euro    |    Mare: appello del Propeller Club, istituire ministero ad hoc Seguire esempi di Grecia, Cipro, Francia e Spagna    |    Borsa: Milano debole con Autogrill e Leonardo, ok Ferragamo Deboli Saipem ed Eni, frena Stellantis, caute le banche    |    Borsa: Europa conclude debole, Londra -0,37% In calo anche Parigi e Francoforte, più pesante Madrid    |    Autogrill: chiude con tonfo in Borsa, -13% Dopo annuncio aumento di capitale da 600 milioni    |    Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,98% Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.428 punti    |    Borsa: Milano debole (-0,8%) dopo Wall street e Lagarde Europa cauta, in Piazza Affari corre Ferragamo (+5%)    |    Lagarde, vaccini tappa importante, ma ancora rischi Possibile calo produzione in primo trimestre    |    Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,11%, Nasdaq +0,46% S 500 sale dello 0,11%    |    Bce: Lagarde, ancora anni prima di un euro digitale Banconote e monete coesisteranno con valuta elettronica    |    Petrolio: in calo a Ny, -0,53% A 52,96 dollari al barile    |    Borsa: Milano piatta con Europa dopo Bce, debole Leonardo Sale Prosieben dopo riassetto nella partecipazione Mediaset    |    Inps: oltre 4 mld ore Cig nel 2020 per emergenza Covid A dicembre autorizzate 288,1 milioni di ore (+22,6% su novembre)    |    Bce: lascia tassi a 0, piano acquisti fino a marzo 2022 Tasso su depositi a -0,50%, su prestiti marginali allo 0,25%    |    Aspi: in Piano 2020-24 investimenti per 6,1 mld, +110% Spese manutenzione +50% a 2,5 miliardi    |    Inps: oltre 4 miliardi le ore di Cig nel 2020 per l'emergenza Covid Nel mese di dicembre 2020 sono state autorizzate 288,1 milioni di ore (-22,6% su novembre)    |    Credem: al via Academy per manager del futuro Con Bocconi formazione per oltre 30 esperti di risparmio gestito    |    Gualtieri: "Con lo scostamento fondi anche per primavera" Lettera ai commissari Ue, non esclusa la proroga delle restrizioni    |    Tlc: media, LG pensa di abbandonare produzione smartphone Divisione in perdita e presenza ridotta sul mercato mondiale    |    Inps: ad ottobre 662.000 posti lavoro in meno sul 2019 Saldo annualizzato, crollo per contratti termine    |    Recovery: Conte incontra i sindacati domani mattina All'incontro potrebbe partecipare anche il ministro Gualtieri    |    Italgas: accordo con Crs4 per idrogeno verde in Sardegna Impianto collegato a nuove reti di distribuzione native digitali    |    Industria: fatturato -2% a novembre, ordini -1,3% Rispetto a novembre 2019 fatturato -4,6%, ordini +15,3%    |    La Bce lascia tassi fermi a zero. Lagarde: "Serve ancora sostegno monetario"    |    Bankitalia: tre incontri di 'ascolto' su politica monetaria Per dialogo aperto su revisione misure Bce    |    Borsa: Europa in rialzo in attesa Bce Londra +0,4%, Parigi e Francoforte +0,5%, Milano +0,2%    |    Stellantis: Tavares in Italia, da Mirafiori e a Melfi Sindacati, visita ha grande significato simbolico    |    Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,64% Su scudi auto e industria, Cnh +1,9%    |    Borsa: Asia in rialzo, future Europa positivi Ottimismo su ripresa, attesa decisioni Bce    |    Spread Btp-Bund apre stabile a 115 punti base Rendimento del decennale italiano è allo 0,61%    |    Oro: prezzo spot poco mosso a 1.873 dollari l'oncia Su mercati asiatici segna +0,06%    |    Cambi: euro in rialzo a 1,2127 dollari La moneta unica è scambiata a 125,4 yen    |    Petrolio: prezzo Wti scende a 53,1 dollari al barile In calo anche il Brent    |   

DESK CREDITO E FINANZA: PIU’ IMPRESA, PIU’ SVILUPPO, PIU’ FUTURO

Il Desk Credito e Finanza di Confindustria Lecce e un pool di Istituti di Credito (Banca Popolare Pugliese, Unicredit, UBI Banca, Monte dei Paschi di Siena, BNL, Banca Sella, Banco di Napoli) hanno avviato una collaborazione virtuosa volta a favorire lo sviluppo del territorio, sostenendo i piani di sviluppo delle imprese.

Tre sono le direttrici operative del Desk Credito e Finanza:

-Promozione di un Gruppo di Acquisto tra le Imprese di Confindustria Lecce per favorire l’accesso al credito alle migliori condizioni possibili;

-Assistenza nella selezione e nell’utilizzo dei bandi di finanza agevolata più adeguati ai piani di investimento delle imprese di tutti i settori produttivi;

-Accesso a forme di finanziamento alternative al canale bancario per sostenere la crescita delle imprese più virtuose ed innovative (Programma Elite, Mercato AIM di Borsa Italiana, Venture capital, Mini bond ecc.).

Il Desk, dopo aver dato già risposta ai bisogni di finanziamento di alcune imprese associate, con una prima trance erogata pari a settemilioni di euro, continua la sua attività di aggregazione dei fabbisogni finanziari comuni, rilanciando la formazione di un secondo Gruppo di Acquisto, al fine di rafforzare il proprio potere contrattuale nei confronti degli istituti di credito e dare avvio a nuovi investimenti.

Info: Cosimo Marra: tel. 0832.393826 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


DAZI: BOCCIA, BENE ESENZIONE UE DA MISURE USA SU ACCIAIO E ALLUMINIO

"Si tratta senz'altro di un segnale molto positivo, che va nella direzione della distensione nei rapporti UE-USA che Confindustria ha sempre auspicato" dichiara il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, in seguito alla conferma, da parte della Casa Bianca, dell'esenzione temporanea dell'UE dai dazi imposti dagli Stati Uniti sulle importazioni di acciaio e alluminio, che sarebbero dovuti entrare in vigore oggi 23 marzo.
"E' un importante riconoscimento dei forti legami commerciali, ma anche politici e strategici, che legano l'economia europea e quella statunitense" aggiunge Boccia. "Si tratta di un passo significativo e per niente scontato, il cui merito va attribuito al Governo e alle istituzioni UE che, in questi giorni, hanno saputo tessere un dialogo con gli interlocutori statunitensi tutelando gli interessi dell'economia e dell'industria europea." “Inoltre - prosegue il Presidente Boccia - è la dimostrazione di quanto sia importante l’unità dell’Europa: se un simile risultato è stato possibile, è stato solo perché l’UE e tutti gli Stati membri hanno saputo fare squadra e parlare con una voce sola.”
"Ma la vicenda è tutt'altro che chiusa. Occorre infatti che l'UE intervenga alla svelta a protezione dei settori siderurgico e metallurgico europei, che rischiano di essere colpiti dagli effetti delle decisioni statunitensi. Dazi del 25% e del 10% sulle importazioni di acciaio e alluminio da tutto il mondo non potranno che avere conseguenze dirompenti sul mercato europeo, dove rischiano di riversarsi le eccedenze produttive globali. Occorre che l'UE introduca in tempi brevi una misura di salvaguardia che copra tutte le produzioni potenzialmente danneggiate dalle misure USA" conclude Vincenzo Boccia. "In parallelo, Confindustria continuerà a fare tutto il possibile perché si eviti una pericolosa escalation protezionistica, che rischierebbe di danneggiare moltissimi settori dell'industria italiana, arrestando la dinamica del commercio mondiale e ostacolando la ripresa economica duramente conquistata".


MATERA 2019 Occasione di futuro

MATERA 2019. Occasione di futuro
MARZO 2018 ORE 15.00 26 LUNEDÌ


Saluti istituzionali
Interviene
Domenico De Bartolomeo, Presidente Confindustria Puglia
Maria Teresa Sassano, Vice Presidente Piccola Industria Confindustria
Graziano Bianco, Coordinatore Club Imprese per la Cultura Confindustria Bari e BAT
Paolo Verri, Direttore Matera 2019

Segue dibattito
Sala convegni - Confindustria Bari e BAT - Via Amendola,172/R - BARI


REGISTRATI


IlMareDiPuglia, Blue Economy: strategie di sviluppo

L’iniziativa dal titolo “Il MareDiPuglia, Blue Economy: strategie di sviluppo” si svolgerà a Bari dal 21 al 24 marzo, negli spazi della Fiera del Levante (Padiglione 152) ed è organizzata da Regione Puglia, in collaborazione con la società regionale in house Puglia Sviluppo, Arti - Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione, Unioncamere Puglia, Fiera del Levante, e Autorità di sistema portuale del mare Adriatico e meridionale.

Quattro giorni di appuntamenti, sessanta relatori nazionali e internazionali, le testimonianze, le esperienze e le storie di successo di giovani imprenditori pugliesi nel corso di tre eventi:

  • il 21 marzo Il mare come risorsa: il contributo della pesca e dell’acquacoltura alla blue economy a cura di Unioncamere Puglia
  • il 22 e il 23 marzo Blue Economy International Forum, Strategie per la crescita blu e l’innovazione a cura della Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia
  • il 24 marzo Zes, attrazione degli investimenti e blue economy a cura delle Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale e di Confindustria Puglia
Per informazioni e modalità di iscrizione: http://www.internazionalizzazione.regione.puglia.it/web/guest/notizie/-/asset_publisher/ZenPaFpQyJa3/content/blue-economy-international-forum

ll 2018 parte bene per l'Italia: slancio da export e investimenti e prosegue la risalita dell'occupazione. Ora serve consolidare

L’economia globale è partita bene nel 2018. Fiducia e ordini indicano una crescita ancora in accelerazione. Vi partecipano
coralmente tutti i principali paesi, con ritmi molto alti nell’Eurozona, dove tutte le componenti di domanda
sono in ulteriore espansione. Negli USA, pendente il braccio di ferro politico sul bilancio pubblico, la crescita trarrà
alimento dall’export, favorito dall’indebolimento del dollaro, e soprattutto dallo stimolo derivante dalla riforma fiscale.
Le esportazioni fanno da volano alla crescita anche delle economie emergenti. A trainare l’attività globale sono il
settore manifatturiero e gli investimenti (in rapido aumento), entrambi grandi attivatori di scambi globali. Rimangono
molto favorevoli le stesse condizioni finanziarie: salgono le Borse negli USA (con quotazioni ancora più
“ricche”), in Europa e Asia e una correzione è da mettere in conto; restano bassi i tassi, inclusi quelli sul BTP decennale,
e lo spread con il Bund. Turbolenze potrebbero scaturire dall’accelerazione della normalizzazione monetaria o
da shock geopolitici. Tuttavia, la BCE, visti inflazione bassa ed euro forte, resterà alla finestra per alcuni mesi; mentre
la FED, dopo l’aumento del tasso a dicembre, è decisa a proseguire i rialzi con gradualità, data la disoccupazione
ai minimi. Il prezzo del petrolio è balzato a gennaio per una serie di fattori; è insieme termometro e redistributore
della domanda, frenando negli avanzati quella domestica; verrà calmierato dall’estrazione di shale oil americano.
L’Italia partecipa al rinnovato slancio dell’economia globale, attraverso l’ottima perfomance dell’export (confermata
dagli ordini) e degli investimenti (saliti i giudizi sulle commesse interne e le attese dei produttori di beni strumentali).
Il buon avvio nel nuovo anno controbilancia il minor trascinamento dal 2017, dovuto alla dinamica sotto le attese della
produzione industriale nel 4° trimestre. Restano positive anche le prospettive per l’occupazione, stando alle intenzioni
delle imprese, ma sono contrastanti i segnali sull’irrobustimento dei consumi. Per consolidare la risalita italiana,
che resta molto inferiore a quella europea, sono decisive le scelte di politica economica dopo le elezioni


ENEL, PIANO DI SOSTENIBILITA’ PER LA CITTA’ DI BRINDISI: AL VIA I PRIMI PROGETTI PER IL TERRITORIO

Al via il “Piano di Sostenibilità” di Enel per la città di Brindisi che prevede interventi mirati allo sviluppo del tessuto sociale ed economico del territorio attraverso un’integrazione sempre più forte tra azienda e realtà locale.

 

Il “Piano di Sostenibilità” nasce da un’approfondita analisi del territorio realizzata con il mondo delle istituzioni, delle associazioni, della scuola con lo scopo di individuare in maniera condivisa le priorità e i bisogni, contemplando attività a breve, medio e lungo termine che garantiranno migliori pratiche in materia di sicurezza, ambiente, tutela delle fasce più deboli, efficienza energetica e innovazione.

 

In occasione della condivisione del Piano di Sostenibilità è stata firmata la prima Convenzione tra Enel Produzione e il Comune di Brindisi, rappresentati rispettivamente da Concetto Tosto, Responsabile Unità di Business Termoelettrica Brindisi, e Santi Giuffrè, Commissario Prefettizio del Comune di Brindisi. Questo primo accordo rappresenta l’avvio del Piano e prevede: il ripristino della pubblica illuminazione della “Strada Provinciale 41” nonché la riqualificazione dell’illuminazione di un importante luogo di aggregazione per i cittadini di brindisi quale il “Parco Cillarese”, entrambe mediante soluzioni ad alta efficienza energetica.

 

Nel Piano di Sostenibilità sono previste numerose iniziative rivolte a tutte le fasce sociali, con l’obiettivo di consolidare il rapporto con la comunità locale, in una logica di condivisione e di sviluppo del territorio, con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione.

 

In coerenza con le priorità emerse nella fase di ascolto con il territorio sono stati individuate progetti concreti per lo sviluppo della Città.

 

In particolare, a tutela della sicurezza delle persone, si realizzeranno progetti di riqualificazione dell’illuminazione pubblica; in collaborazione con Enel Cuore, iniziative a supporto degli anziani, dei giovani (progetti di avvicinamento allo sport) e giovanissimi per lo sviluppo di innovativi percorsi didattici anche attraverso l’ammodernamento degli edifici scolastici (progetto “Fare Scuola”). Programmi di inclusione sociale attraverso percorsi di integrazione socio lavorativa dei detenuti della Casa Circondariale di Brindisi, in collaborazione con ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili). Incontri organizzati con ANSE (Associazione Nazionale Seniores Enel) e le associazioni del terzo settore per favorire la conoscenza delle opportunità e agevolazioni nel settore energetico a favore degli anziani, delle persone disabili e delle famiglie in difficoltà economica. E ancora offerte commerciali per la fornitura di energia elettrica dedicate alle fasce più deboli.

 

Nell’ambito occupazione e crescita si inquadrano i progetti di “Alternanza scuola-lavoro” con gli istituti Giorgi e Majorana e il percorso “Brindisi fa scuola” in collaborazione con l’associazione Ashoka, dedicato allo sviluppo dell’imprenditoria giovanile mediante il modello delle start up.

 

Sono inoltre previste iniziative volte al miglioramento e alla riqualificazione delle aree verdi mediante il coinvolgimento attivo della cittadinanza, delle scuole e delle imprese locali. Un progetto particolarmente apprezzato dalla cittadinanza riguarda la realizzazione di orti sociali che potrebbero essere realizzare per valorizzare parchi della città.

 

L’attenzione di Enel alla sostenibilità è parte integrante della strategia aziendale e permea tutti gli aspetti del business in Italia e nel Mondo con la ricerca costante di nuove soluzioni mirate al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.  

 

Guardare costantemente e proattivamente ai bisogni e alle priorità della società e dei clienti permette di cogliere nuove sfide e ridefinire un modello di business sempre più sostenibile, sviluppando nuove strategie, innovando i processi e creando così valore condiviso con le realtà in cui si opera.​


Sentenza della Corte Costituzionale n. 249

In allegato la sentenza della Corte Costituzionale n. 249 depositata in cancelleria  venerdì 1 dicembre 2017 che, in materia di estimi catastali, ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, comma 335, della legge n. 311 del 30 dicembre 2004, sollevata, in riferimento agli articoli 3, 53 e 97 della Costituzione, dalla Commissione Tributaria Regionale del Lazio con l’ordinanza del 16 dicembre 2016 (in G.U. n. 24 dell’anno 2017).

In particolare, la Corte Costituzionale ha escluso il contrasto con l’articolo 3 della Costituzione perché la censura non è riferibile alla previsione della norma, ma è ricollegabile a circostanze contingenti e cioè alla maggiore o minore sollecitudine del Comune di riferimento nell’avanzare l’istanza di revisione degli estimi catastali.

La Corte Costituzionale ha, inoltre, escluso la violazione dell’art. 53 della Costituzione perché le tariffe di estimo e le rendite catastali non sono atti di imposizione tributaria ed i criteri per la loro determinazione non sono irragionevoli.

Infine, secondo i giudici costituzionali, non c’è violazione dell’art. 97 della Costituzione perché ogni riforma normativa, per la sua portata innovativa, è potenzialmente idonea a suscitare reazioni da parte dei destinatari e ciò evidentemente rientra nella fisiologia dell’ordinamento giudiziario.

Pur rigettando le questioni di incostituzionalità come sopra esposte succintamente, la Corte Costituzionale ha però ribadito il principio che la natura e le modalità dell’operazione di revisione catastale enfatizzano l’obbligo di motivazione in merito agli elementi che hanno, in concreto, interessato una determinata microzona, così incidendo sul diverso classamento della singola unità immobiliare.

Obbligo che, proprio in considerazione del carattere “diffuso” dell’operazione, deve essere assolto, perciò, in maniera puntuale e rigorosa in modo tale da porre il contribuente in condizione di conoscere le concrete ragioni che giustificano il provvedimento e metterlo, di conseguenza, nelle condizioni di poter efficacemente esercitare il proprio diritto di difesa.

Questi principi, per quanto riguarda l’obbligo di una precisa e rigorosa motivazione, sono stati ultimamente ripresi dalla Corte di Cassazione – Sezione Tributaria – con l’ordinanza n. 22900 del 29 settembre 2017, che ha precisato che la motivazione dell’avviso di accertamento catastale deve essere specifica ed articolata, così come deciso dalla Commissione Tributaria Provinciale di Lecce e dalla Commissione Tributaria Regionale di Lecce, che hanno annullato gli accertamenti massivi di revisione degli estimi catastali dell’Agenzia del Territorio di Lecce.

A questo punto, si può dire che anche la Corte Costituzionale e la Corte di Cassazione, con le succitate sentenze, hanno confermato le corrette sentenze dei giudici leccesi.


CONFINDUSTRIA: CARLO ROBIGLIO NUOVO PRESIDENTE PICCOLA INDUSTRIA

Carlo Robiglio, Presidente Piccola Industria del Piemonte, è stato eletto oggi dal Consiglio Centrale Piccola Industria di Confindustria all'unanimità nuovo Presidente per il biennio 2017-2019. Come tale, entra di diritto nella squadra del presidente Vincenzo Boccia come vicepresidente di Confindustria.

Torinese, classe 1963, dopo gli studi liceali si laurea in Giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. È imprenditore di prima generazione, fondatore, Presidente e Ceo del Gruppo Ebano, holding che opera in campo editoriale, leader di mercato in Italia nei corsi professionali, nella formazione a distanza e nell’e-learning.

Ebano Spa è oggi una holding che conta complessivamente oltre 200 dipendenti, con sede principale a Novara e società partecipate anche in altre aree del Piemonte e della Lombardia. Negli ultimi anni,la holding ha portato avanti una strategiadi acquisizioni e iniziative legate a startup innovative, come Let.life, un’applicazione del mondo IOT, o Gnammo, una piattaforma di social eating. È dello scorso settembre l’ingresso del Gruppo, attraverso la controllata CEF Publishing S.r.l., in Elite, il programma di Borsa Italiana dedicato alle aziende ad alto potenziale di crescita.

Dal 2000 al 2002 Robiglio è stato presidente dei Giovani Imprenditori dell’Associazione Industriali di Novara. Dal 2002 al 2005 ha ricoperto la carica di Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Piemonte. Dal 2010 al 2013 è stato Presidente della Piccola Industria dell’Associazione Industriali di Novara. Dal 2014 ha guidato la Piccola Industria del Piemonte. Negli anni della presidenza di Alberto Baban, suo predecessore, è stato direttore della rivista di Piccola Industria Confindustria “L’Imprenditore” che, sotto la sua guida, al tradizionale formato cartaceo ha affiancato anche la versione online.

È vice presidente del Consiglio di Amministratore del Sole 24 Ore Spa, dopo aver ricoperto, tra l’ottobre e il novembre del 2016, la carica di presidente. È rappresentante generale dell’American Chamber of Commerce in Italy per il Piemonte orientale. Ed è Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, titolo conferitogli nel 2012.

Il Consiglio Centrale Piccola Industria di Confindustria ha nominato anche i vicepresidenti che affiancheranno il presidente Robiglio nel suo mandato. Ecco gli imprenditori che faranno parte della squadra:

Renato Abate, Amministratore Unico Industrie Abate di Mercogliano (AV)
Angelo Camilli, Amministratore Delegato della Consilia CFO di Roma
Aldo Ferrara, Amministratore della Mediaservice di Catanzaro
Cinzia La Rosa, Direttore Generale della La Rosa Energy di Verona
Diego Mingarelli, Amministratore della Diasen di Sassoferrato (AN)
Maria Teresa Sassano, Amministratore della EDO di San Severo (FG)
Monica Talmelli, Direttore Amministrativo della F.A.M.A.R. di Ferrara
Giancarlo Turati, Amministratore Delegato della Fasternet Soluzioni di Networking di Borgosatollo (BS)
Gianluigi Viscardi, Presidente della Cosberg di Terno d'Isola (BG)

Il Presidente Robiglio ha inoltre affidato a Stefano Zapponini, Presidente della Guida Monaci di Roma, la direzione de L'Imprenditore, la rivista di Piccola Industria.


VISITA ALLA COLACEM GALATINA: I GIORNALISTI CI SONO, I RAPPRESENTANTI DEI MEDICI NO

 

 

COMUNICATO STAMPA

VISITA ALLA COLACEM GALATINA: I GIORNALISTI CI SONO, I RAPPRESENTANTI DEI MEDICI NO

31 ottobre 2017 – Nei giorni scorsi Colacem ha organizzato due visite allo stabilimento di Galatina. La prima con i giornalisti salentini, i quali sono venuti, hanno posto domande, hanno potuto vedere dall’interno l’impianto produttivo e le sue caratteristiche. La seconda invitando i rappresentanti di alcune sigle di medici, autori di una lettera che tratta il riesame AIA dello stabilimento, i quali hanno deciso di annullare la visita con una telefonata tre ore prima, dopo aver dato iniziale conferma.

Colacem rimane disponibile a mostrare come opera un’eccellenza dell’industria italiana e non solo nel settore cementiero. Lo stabilimento Colacem di Galatina lo è per la tecnologia utilizzata, per la massima attenzione alla sostenibilità ambientale e alla salute dei lavoratori, per la professionalità, serietà ed etica della propria organizzazione; lo è anche per l’estrema cura del verde visibile nell’area dell’impianto. Alberi che sono “sempre verdi”, a testimoniare un controllo delle polveri puntualissimo quantificato da centraline on-line certificate.

Non si mette assolutamente in dubbio che i medici debbano interessarsi alla salute delle persone. Tuttavia, le regole che stanno alla base della gestione di un impianto industriale sono responsabilità delle istituzioni pubbliche competenti, che sarebbe estremamente dannoso e pericoloso delegittimare.

Argomenti come la definizione della base combustibile, l’utilizzo di materie prime secondarie o modifiche impiantistiche, non sono certamente competenza dei medici. Le soluzioni tecniche suggerite nella citata lettera contrastano in modo evidente con le migliori pratiche implementate nei paesi europei più attenti e sensibili all’ambiente. Ad esempio, nelle successive tabelle si potrà facilmente verificare come il gas naturale non sia assolutamente utilizzato come combustibile per la produzione di cemento in nessun paese europeo e come l’Italia sia in forte ritardo nel recupero energetico da rifiuti.

Colacem è un’azienda aperta al confronto, alla discussione, ma su basi serie, ragionevoli, e come sempre nel pieno rispetto delle normative vigenti.

 

 

 

 

 

 

 

 Combustibile fossile usato
(dati 2014)

GERMANIA

AUSTRIA

FRANCIA

ITALIA

EU-28

Coal + anthracite + waste coal (%)

31,5

24,6

32,3

2,6

30,4

Petcoke (%)

11,8

36,9

61,1

93,5

59,6

(ultra) Heavy fuel (%)

0,6

2,2

2,3

2,2

1,1

Diesel oil (%)

0,5

1,4

0,6

0

0,3

Natural gas (%)

0,1

1,2

1,5

0,4

0,4

Shale (%)

0

0

0

1,3

1

Lignite (%)

55,5

33,7

2,2

0

7,3

Fonte: Cement Sustainability Initiative (CSI) - World Business Council for Sustainable Developement (WBCSD)

La tabella evidenzia come in tutti i paesi europei, tra i vari combustibili di origine fossile impiegati nei forni da cemento, il metano (natural gas) sia utilizzato in percentuali assolutamente minime e solo per l’accensione dei forni.

 


Maglie-Leuca. Nota del Presidente Emiliano

“La vicenda relativa alla realizzazione della Maglie Leuca, che oramai è diventata la famigerata questione della "statale 275", non è ormai solo più una questione di viabilità. 

Leggi tutto: Maglie-Leuca. Nota del Presidente Emiliano


Riparte Confindustria per i Giovani. Ecco i dettagli dell'edizione 2018

Anche quest’anno Confindustria ha deciso di investire sui giovani rinnovando il progetto “Confindustria per i giovani”, finalizzato a facilitare l’incontro di neolaureati di talento con il Sistema delle imprese e della sua rappresentanza.

Leggi tutto: Riparte Confindustria per i Giovani. Ecco i dettagli dell'edizione 2018

Pubblicato il nuovo bando Pass Imprese, uno straordinario strumento per la formazione individuale di manager ed imprenditori

“Un bando totalmente nuovo e fortemente innovativo, uno strumento unico per la formazione individuale di manager, imprenditori, artigiani, dirigenti e dipendenti”, così Sebastiano Leo, assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia ha commentato la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di «Pass Imprese», il nuovo Avviso della Sezione Formazione Professionale.

Leggi tutto: Pubblicato il nuovo bando Pass Imprese, uno straordinario strumento per la formazione individuale...

Fondazione Fabbrica Solidale Onlus

Fondazione Fabbrica Solidale Onlus è un'iniziativa di Confindustria nata per sostenere le aziende colpite da calamità naturali ed in particolare dal sisma dell’Italia Centrale.   E' un fondo di solidarietà per sostenere la ripresa economica delle imprese colpite, in particolar modo, dal terremoto dell'Italia centrale.

La Fondazione può ricevere donazioni volontarie da parte di imprese aderenti al sistema Confindustria.
Le risorse raccolte saranno destinate per l'80% per la ricostruzione e la riattivazione dei siti produttivi industriali, mentre il restante 20% sarà destinato a istituzioni culturali e alla società civile.

Le donazioni beneficiano di importanti agevolazioni fiscali.

Per chi volesse contribuire:
Fondazione Fabbrica solidale Onlus
IBAN IT31Z0103003374000001226325 Monte dei Paschi di Siena - Agenzia 104 - Viale dell’Astronomia n. 30

Altre informazioni su: http://www.confindustria.it/wps/portal/IT/SalaStampa/Sala-Stampa/News-di-Confindustria/Dettaglio-News/a33d0b1e-1abc-43bf-a900-6be7747be4d4/a33d0b1e-1abc-43bf-a900-6be7747be4d4/!ut/p/a1/lZHNjoIwFIWfxQdobksLhWVhEMVBHQ0K3ZhWfobMgGZi9PWtiZnoQtHu2nz3nHNPQUIGslPHplaHZtep38tdOptkPGJkjK3YTe0hFsy3Yso_IkZsA-QGwA-OwPfzs5l5Em7orb5Sl0YhhzXkPsigKthJgAS53zYF5IrSAmtSIqL0FjGqK6Q8jJGjS84Z1yUr2NX6iXZP9PXF7xaJPlMT2V14AfEtMpngK_Bku9xk4A9NRg4s31yqR5C-LRj31hD8928atf6SIKmNgzp8o6ardpC99hkvUfs2_dF2tZy37WY6RXJYi8EZ_WfkDQ!!/dl5/d5/L2dBISEvZ0FBIS9nQSEh/

Convenzione Confindustria Lecce - Meltin'Pot

In allegato la convenzione con 
  • BIG STORE ZONA INDUSTRIALE MATINO
  • MELTIN’ POT LECCE VIA OBERDAN (ANGOLO VIA BRACCIO MARTELLO) 
COPYRIGHT © 2021. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com