Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Petrolio:chiude in calo a Ny a 57,91 dlr Quotazioni perdono il 5,58%    |    Borsa: Milano chiude a -2,12%, pesa Eni Scivolone Stm e Prysmian, Juve su ottovolante,sprint Landi Renzo    |    Borsa:Europa chiude debole, Parigi -1,8% In calo anche Francoforte (-1,71%) e Londra (-1,41%)    |    Borsa: Milano chiude in calo (-2,12%) Indice Ftse Mib a quota 20.136 punti    |    Borsa: Europa e Usa giù, Milano 2% Tensioni Usa-Cina ed elezioni frenano listini, spread sopra 275    |    Export: Sace, Sicilia cresce del 15% Tre settori leader con 75%: raffinati, chimica, cibo e bevande    |    Poste, accordo con Microsoft per l'innovazione digitale Insieme anche progetti 'innovazione Paese' per Pmi, P.a e cybersecurity    |    Borsa: Europa e Usa giù, Milano -1,4% Tensioni Usa-Cina ed elezioni frenano listini, spread sopra 275    |    Wall Street apre in calo, Dj -0,99% S&P 500 perde lo 0,92%    |    Spread Btp-Bund sale a 278, poi rallenta Tasso al 2,63%    |    Petrolio in forte calo sotto 60 dollari Quotazioni calano sotto 60 dollari, prima volta da marzo    |    Inps:+241000 contratti stabili in 3 mesi Continua boom trasformazioni, +75,5%    |    Appello tre 'Confindustrie' per voto Ue Prime 3 Paesi manifattura,indispensabile segnale forte a Governi    |    Borsa: Milano -1,5% con Stm e Tenaris Giù anche Saipem, Fca ed Eni. Corre Landi Renzo    |    Carige: Maccarone, sono ottimista In queste 4-5 settimane qualcosa accadrà    |    Borsa: Europa pesante, Milano -1,6% Pesano tensioni Usa-Cina ed elezioni europee, spread a 277 punti    |    Deutsche Bank: Sewing, pronti a tagli Titolo crolla in Borsa -2,7% mentre è in corso assemblea    |    Carige: Salvini, pronti intervento stato Al Secolo XIX, 'non lasciamo soli imprenditori e famiglie'    |    Germania:peggiora ancora fiducia aziende Nell' Eurozona ferma attività manifattura e servizi a maggio    |    Mercato immobiliare al top dal 2010, +6,5% nel 2018 Rapporto Agenzia Entrate-Abi, quasi 580mila transazioni    |    Avviata terza fresa tunnel del Brennero 2.400 persone attualmente impegnate nel maxi-cantiere    |    Oro: sale a 1.275,22 dollari l'oncia Guadagna lo 0,15%    |    Borsa: Europa in calo, Londra -0,5% In controtendenza Vodafone +0,8% e Glaxo +0,4%    |    Spread Btp-Bund apre stabile a 273 punti Tasso al 2,63%    |    Petrolio: in calo a 60,95 dollari Brent a 70,37 dollari    |    Borsa: Milano apre in calo -0,7% Sul listino pesante Stm -2%, rimbalza Juve +2%    |    Borsa: Asia ancora in calo con tmt Tokyo -0,8%, Shanghai -1,2%    |    Huawei, sistema operativo già in autunno Dopo stop Google su Android e stretta Usa su forniture hi-tech    |    Borsa: Shanghai debole, apre a -0,38% In calo anche Shenzhen, a -0,40%    |    Huawei, anche Panasonic ferma forniture L'azienda giapponese si adegua al bando Usa    |    Panasonic smentisce lo stop alle forniture a Huawei L'azienda definisce "false" le notizie sullo stop e assicura che continuerà a vendere beni e servizi a Huawei, definito...    |    Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,48%) Cambi: yen si rivaluta su dollaro ed euro    |    Fca, Manley scommette sul Brasile Bloomberg, piano aumentato di 500 mln dollari    |    Borsa, Ny chiude in calo con dazi Pesanti grandi magazzini, si teme effetto tariffe su consumatori    |   

DECRETO “SBLOCCA-CANTIERI”: LE IRREGOLARITÀ FISCALI NON DEFINITIVE ESCLUDONO LE IMPRESE DALLE GARE PUBBLICHE

 

Alla vigilia di una settimana decisiva per il Decreto Legge n. 32/2019, c.d. “sblocca-cantieri”, sta facendo molto discutere la norma introdotta con l’art. 1, co.1, lett. n.) del citato decreto, in base alla quale è stata prevista, l’esclusione di un’impresa da una gara pubblica in caso di irregolarità fiscale o contributiva non accertata in maniera definitiva.

Leggi tutto: DECRETO “SBLOCCA-CANTIERI”: LE IRREGOLARITÀ FISCALI NON DEFINITIVE ESCLUDONO LE IMPRESE DALLE...


PMI: DUE PREMI PER RACCONTARE I VALORI DELL’IMPRESA

Si è svolta oggi in Confindustria la cerimonia di consegna dei premi in memoria di Salvatore Giordano e Diego Lorenzon, istituti dal Consiglio di Presidenza di Piccola Industria per ricordare i due imprenditori scomparsi. Questi uomini con il loro impegno, con la passione per il lavoro e per la propria comunità hanno saputo trasmettere i valori dell’impresa al territorio e alle nuove generazioni, contribuendo attivamente alla vita dell’associazione.

I premi si rivolgono agli studenti, tra i 15 e i 18 anni, delle scuole superiori che hanno partecipato all’edizione 2018 del Pmi Day in Piemonte e Veneto, le regioni di origine degli imprenditori scomparsi. Ai ragazzi è stato chiesto di scrivere dei temi partendo da due tracce che richiamano il pensiero di Salvatore Giordano e Diego Lorenzon.
“Quasi quasi mollo tutto e divento felice”, questo il titolo del premio dedicato a Diego Lorenzon e rivolto agli studenti veneti che hanno realizzato degli elaborati partendo dalla traccia: “Il benessere mentale, la capacità di non farsi vincere dalle difficoltà della vita ma, soprattutto, di saper distinguere tra i piccoli e grandi ostacoli che si trovano sul nostro percorso quotidiano”.
“Pmi Day: l’impresa secondo me” è, invece, il titolo del premio dedicato a Salvatore Giordano e rivolto agli studenti piemontesi che si sono cimentati su: “L’esperienza del Pmi Day: dopo aver visto un’azienda dall’interno, come è cambiata la mia percezione su cosa sia un’impresa? Come la cambierei per farla diventare ancora migliore?”.

“Salvatore e Diego sono ancora nel nostro cuore e nei molti ricordi di vita associativa – così ha commentato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. “I temi su cui sono stati chiamati a scrivere i ragazzi riguardano uno la cultura della complessità e l’altro come gli studenti immaginano le imprese, quale percezione hanno dell’industria italiana e come pensano di migliorarla. Queste tracce esprimono l’anima e il pensiero di due figure che tanto si sono spese per i valori delle imprese. E’ bello ricordare due cari amici, che hanno contribuito in maniera essenziale ed esemplare a fare grande la Piccola Industria di Confindustria attraverso le parole dei giovani italiani nel racconto di quella che deve essere l’industria del futuro”.

“Questi premi sono dedicati a due imprenditori che con la loro dignità e forza continuano ad ispirarci ogni giorno – ha spiegato Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria -, partendo dal loro esempio vogliamo costruire e rafforzare i valori di una Piccola Industria che crede nelle imprese come comunità responsabili verso i lavoratori e il territorio. Imprese in cui viviamo quotidianamente condividendo gioie e difficoltà e di cui siamo i primi collaboratori. Imprese molto diverse da quelle spesso descritte dai media e dall’opinione pubblica. Imprese che vogliamo raccontare ai giovani perché le conoscano e ne comprendano i valori e il ruolo economico e sociale”.

La giuria, composta dai familiari di Salvatore Giordano e Diego Lorenzon, imprenditori e professori universitari, ha selezionato tre elaborati per ciascuna regione. I ragazzi vincitori - studenti degli Istituti Gae Aulenti di Biella, Piera Cillario Ferrero di Cuneo, Fauser di Novara, De Amicis e Viola Marchesini di Rovigo, Da Vinci di Venezia - sono stati premiati dal presidente Piccola Industria Carlo Robiglio.

La premiazione ha ricevuto il supporto di Umana e AIF Academy.


Fiusis srl, FLAGSHIP DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Due importanti progetti “UP RUNNING e AGRO in LOG” partecipati da Enti di ricerca di undici Stati Europei (tra cui Francia, Italia, Svezia, Grecia, Spagna, Portogallo, Croazia, Ucraina, Belgio), hanno indicato l'azienda di Calimera FIUSIS srl come portabandiera europea dello sviluppo sostenibile, nell'ambito del recupero energetico dei residui di potatura, portandola tra l’altro come best practice da emulare e replicare negli Stati Europei.

Leggi tutto: Fiusis srl, FLAGSHIP DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE


Colacem acquista la cementeria di Spoleto

Colacem S.p.a., in data 1 aprile, ha acquisito da Cemitaly S.p.a. lo stabilimento per la produzione di cemento di Spoleto (PG).

Leggi tutto: Colacem acquista la cementeria di Spoleto


Giornate di studio sulla prevenzione dell'inquinamento atmosferico: impianti e tecnologie per il trattamento delle emissioni in atmosfera

Nell’ambito dell’attività di formazione ed informazione sui temi legati all’inquinamento atmosferico, il Comune di Brindisi - Settore Ambiente, in collaborazione con Uniaria (Unione Costruttori Impianti Depurazione Aria), organizza una serie di incontri, la cui partecipazione è gratuita, rivolti alle seguenti figure professionali:

Leggi tutto: Giornate di studio sulla prevenzione dell'inquinamento atmosferico: impianti e tecnologie per il...


AVVISOPUBBLICO per la raccolta di proposte di opere di design da esporre in occasione della riapertura al pubblico del museo Sigismondo Castromediano

Il presente Avviso rientra nelle azioni poste in essere dall'iniziativa " Ideazione, progettazione e realizzazione di un percorso di sviluppo di merchandising del sistema dei Poli Biblio-Museali Regionali" promossa dalla REGIONE PUGLIA Assessorato all'Industria Culturale Dipartimento Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio - Poli Biblio Museali in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese-Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura (di seguito T.P.P.).

Leggi tutto: AVVISOPUBBLICO per la raccolta di proposte di opere di design da esporre in occasione della...


LA CORTE DI CASSAZIONE E LA NECESSITA’ DELL’ISTITUZIONE DI UNA SEZIONE SPECIALIZZATA TRIBUTARIA

LA CORTE DI CASSAZIONE E LA NECESSITA’ DELL’ISTITUZIONE DI UNA SEZIONE SPECIALIZZATA TRIBUTARIA
1. La Corte di Cassazione
2. L’istituzione della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione
3.Proposte di riforma
3.1.Cassazione Sezione Unite n.8053/2014
3.2.Progetto di legge CNEL 20 Marzo 2013
3.3 BFM (Bundesfinanzhof)
3.4 Proposta di legge di riforma della giustizia tributaria

Leggi tutto: LA CORTE DI CASSAZIONE E LA NECESSITA’ DELL’ISTITUZIONE DI UNA SEZIONE SPECIALIZZATA TRIBUTARIA


Istruzione Tecnica Superiore: sviluppo locale ed internazionalizzazione


8 marzo Ore 9,30 Sala Conferenze Hotel Terminal
registrazione dei partecipanti
Saluti istituzionali
-Avv. Carlo Chiuri -Sindaco di Tricase
- Avv. Francesca Torsello- Sindaco di Alessano
- Dott. Santo Papa- Sindaco di Castrignano del Capo
- Dott. Stefano Minerva -Presidente Provincia di Lecce
- Dott. Sebastiano Leo Assessore Formazione lavoro, Politche per il lavoro, Diritto alla studio,
Scuola, Università, Formazione Professionale della Regione Puglia
- Dott. Salvatore Giuliano – Sottosegretario di Sato MIUR

Interventi:
- Dott.ssa Antonietta Zancan Dirigente Ufficio V MIUR
“Il sistema ITS fra sviluppo del territorio e internazionalizzazione”
- Dott.ssa Anna Cammalleri Direttore Generale USR Puglia
“Formazione e sviluppo: un teorema possibile?”
-Prof. Piergiuseppe Ellerani Esperto nei processi formativi, sviluppo della mente e dei processi
cognitivi – Università del Salento
“ ITS, orientamento e territori capacitanti”
- Dott.Antonello Vedovato - Presidente Fondazione EDULIFE , ideatore del Capability
Accelerator 311 e direttore strategico della YiZ hong Educational Consulting di Hangzhou – China
“ITS accademy per un’alleanza giovani e adulti in un contesto di capability accellerator”

Ore 11, 30 coffee break

Esperienze di ITS
-Prof. Ing. Antonio Scamardella Presidente fondazione ITS Mobilità Sostenibile Trasporti
Catania
“ L’ accademia mediterranea di logistica e formazione marittima”
-Dott. Silvio Busico - Presidente fondazione ITS Ge In logistic Taranto
“ Logistica 4.0 e nuove competenze digitali ricercate dal mercato del lavoro: la nuova sfida dell’
ITS .Ge.in.Logistic
-Prof. Ing. Antonio Ficarella - Presidente Fondazione ITS Aereopspazio Francavilla F. Brindisi
“Trasferimento tecnologico e certificazioni professionali per la crescita del territorio”

-Ore 13,30 sospensione dei lavori

-Ore 15.00 ripresa dei lavori
-Dott. Giancarlo Negro –Presidente Confindustria Lecce
“Processi di internazionalizzazione del sistema produttivo locale”
-Prof.ssa Anna Lena Manca D.S. IISS Don Tonino Bello Tricase/ Alessano
Presentazione Protocollo di intesa- IISS Don Tonino Bello -Comuni del Capo di Leuca
-Dott. Sebastiano Leo Assessore Formazione lavoro, Politche per il lavoro, Diritto alla studio,
Scuola, Università, Formazione Professionale Regione “Sistema ITS Puglia: Alta Formazione e opportunità per i Territori”

Conclusioni
- Dott.ssa Antonietta Zancan
- Dott.ssa Anna Cammalleri

-Ore 18.30 chiusura dei lavori

Saranno presenti inoltre, le organizzazioni sindacali, le confederazioni di categoria, le testate giornalistiche locali, i sindaci dei comuni firmatari del protocollo di intesa per lo sviluppo del territorio del Capo di Leuca, i Dirigenti Scolastici, gli imprenditori locali e i rappresentanti del Comitato Tecnico Scientifico dell’istituto, autorità civili, militari e religiose.


D.Lgs. 231/2001. Al via lo Sportello di Consulenza presso Confindustria Lecce

Confindustria Lecce ha attivato in collaborazione con lo Studio legale Conte di Lecce uno Sportello gratuito, a disposizione delle imprese associate, nell'ambito della responsabilità amministrativa delle società e degli enti afferente il Decreto legislativo 231/2001 e successive modifiche. 

Le linee guida della convenzione tra l’Associazione e lo Studio Legale prevedono di supportare le imprese nelle varie procedure necessarie per un'adeguata analisi dei rischi e per la tutela e lo sviluppo della governance aziendale.

Per informazioni: Cosimo Marra, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel: 0832/393826


AGEVOLAZIONI FISCALI PER ATTRARRE RISORSE UMANE IN ITALIA”.

In in allegato l’articolo scritto dall'avvocato tributarista Maurizio Villani insieme alla collega Lucia Morciano dal titolo “AGEVOLAZIONI FISCALI PER ATTRARRE RISORSE UMANE IN ITALIA”.


I bollini di qualità per l'Alternanza scuola/lavoro e gli ITS

Confindustria valorizza l'impegno delle imprese nella formazione delle nuove generazioni attraverso il bollino per l'alternanza di qualità e il bollino impresa in ITS.
Il bollino premia quelle imprese che si distinguono per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro di elevata qualità, attivando collaborazioni virtuose con scuole secondarie di secondo grado e centri di formazione professionale.

Il bollino impresa in ITS vuole promuovere la conoscenza degli istituti e degli enti che erogano analoghi percorsi nelle province di Trento e di Bolzano e favorire la partecipazione delle imprese agli ITS, valorizzando l'esperienza di partnership più virtuose realizzate sui territori. Entrambi i bollini hanno validità annuale e sono riconosciuti sulla base delle attività svolte durante l'anno scolastico di riferimento.

Anche Confindustria Lecce potrà fregiare le imprese iscritte impegnate nei percorsi di alternanza o negli ITS del bollino per sancire il legame con il territorio e la responsabilità avvertita nei confronti della formazione delle giovani generazioni, il nostro futuro.
Per le aziende che richiederanno uno dei Bollini per la prima volta, la procedura è la medesima dello scorso anno con un format online da compilare. 

Per le aziende, già vincitrici nel 2018, che chiederanno il rinnovo per il 2019, è stata attivata una sezione apposita della pagina: sarà in questo caso sufficiente inviare agli indirizzi indicati i documenti aggiornati che si riferiscono ad attività avvenute o in programma per l'anno solare 2019.

La pagina, nella quale trovare  i regolamenti BAQ e BITS aggiornati, è accessibile dal seguente link: https://www.confindustria.it/home/appuntamenti/iniziative-progetti/dettaglio-evento/bollini-alternanza-scuola-lavoro-its

Per maggiori informazioni: Flavia Trifance Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  



Per maggiori informazioni: Flavia Trifance - Tel. 0832393824 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si allegano Guida e regolamento per il rilascio di entrambi i bollini.


Operatore grafico – Ind. 2: Multimedia

La Regione Puglia con Determinazione del Dirigente Servizio Formazione Professionale n. 1457 del 13/12/2018 pubblicata sul BURP n. 163 del 27/12/2018 ha assegnato all’Associazione Scuole e Lavoro il progetto triennale “Operatore grafico – Ind. 2: Multimedia” Avviso OF/2018.
Il percorso formativo, della durata di 3200 ore, è rivolto a 18 giovani in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (licenza media) con età inferiore a 18 anni all’avvio delle attività didattiche.

Si allega il bando.

Ecco la “CARTA PER L’ECONOMIA CIRCOLARE’”

Confindustria, Confartigianato Imprese, CNA, Casartigiani, CLAAI, Confcommercio, Confesercenti, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop e Confapi hanno sottoscritto la “CARTA PER LA SOSTENIBILITA’ E LA COMPETITIVITA’ DELLE IMPRESE NELL’ECONOMIA CIRCOLARE”. Per affrontare le nuove sfide ambientali e cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione dei processi produttivi e di consumo, è necessario un cambio di approccio da parte di tutti gli stakeholders e il coinvolgimento del sistema economico nel suo complesso. Per questo il documento individua 10 linee di intervento e punti programmatici che, attraverso un percorso di impegni concreti, sarà la base per l’avvio di un confronto con gli interlocutori istituzionali. I 10 punti affrontano aspetti di carattere regolatorio, normativo, economico e tecnologico, dall’abbattimento delle barriere burocratiche, alla necessità di favorire investimenti in ricerca e innovazione, fino ad arrivare ad una capacità impiantistica virtuosa. La carta per l’economia circolare è un primo impegno condiviso per lo sviluppo e la competitività delle imprese italiane in tema di economia circolare.  Con la firma di questo documento le Associazioni datoriali diventano capofila di un progetto Paese.

AMBIENTE, CONFINDUSTRIA: SU TRIVELLE SCELTA IDEOLOGICA E DANNOS

Confindustria esprime forte preoccupazione per le ricadute della cosiddetta norma "blocca trivelle" e per l'approccio ideologico con cui il tema è stato trattato. Il provvedimento rischia di bloccare un intero settore economico, in assenza di una credibile strategia energetica. Non è in discussione l’obiettivo di crescita delle fonti rinnovabili, ma di certo non lo si raggiunge attraverso il blocco immediato delle attività in corso di ricerca e prospezione, che appare del tutto irrazionale se si considerano gli investimenti degli operatori economici, le autorizzazioni già in essere e i prevedibili impatti occupazionali e sulla competitività del Paese. 

"E' necessario prendere posizione perché quel che succede oggi al settore estrattivo potrebbe succedere domani a qualunque settore industriale - ha commentato Guido Ottolenghi Presidente gruppo tecnico logistica, trasporti e economia del mare di Confindustria - Una condanna frettolosa e ideologica, le cui conseguenze ricadranno su famiglie e territori per generazioni. Facciamo appello - prosegue Ottolenghi - a ogni forza politica affinché usi competenza e moderazione nell’affrontare temi così delicati come l’energia. Prima di smantellare l'esistente totalmente e dal nulla sarebbe opportuno valutare le conseguenze e gestire la transizione. Noi siamo pronti al dialogo e rifiutiamo questo modo di pensare e di agire". 

Il settore estrattivo sostiene miliardi di investimenti ogni anno, dà lavoro a quasi 100.000 persone in tutta Italia. Nel periodo 2018-2030 gli investimenti dei principali operatori in questo settore, in Italia, sono stimati in circa 13 miliardi di euro. Si contano ad oggi circa 57 imprese che detengono permessi di ricerca e concessioni di coltivazione e 157 che forniscono beni e servizi di supporto alle attività estrattive. Il settore, inoltre, si caratterizza anche per un impegno costante sui temi della sicurezza dei lavoratori e degli impianti. Nel corso degli ultimi 5 anni, gli indicatori di performance ambientali hanno registrato un miglioramento continuo, in particolare in relazione alle emissioni di gas serra, all’utilizzo delle acque di strato e prelievo di acqua dolce, alla produzione di rifiuti e all’efficienza energetica. Nel campo della sicurezza, si è registrata una costante riduzione degli incidenti sul lavoro, che nel comparto upstream sono circa 10 volte inferiori alla media nazionale per il settore industria e servizi. 

COPYRIGHT © 2019. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com