Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata
.: RSS di Economia - ANSA.it:.  Borsa: Milano debole con timori stretta Fed, bene Tenaris Scivola ancora Tim, positiva Generali nel giorno del Cda    |    Dal Salento a Wall Street, in Borsa la pillola anti-obesità La startup Gelesis di Calimera suona la campanella a New York    |    Spread Btp-Bund: chiude in rialzo a 133 punti base Rendimento del prodotto del Tesoro all'1,31%    |    Borsa: Europa conclude debole, Londra -0,6% In calo anche Francoforte e Parigi    |    Tim: scivola ancora in Borsa, -3% finale Gli scambi superano i 200 milioni di azioni    |    Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,7% Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 27.483 punti    |    Borsa: Milano (-0,6%) debole con Europa dopo Wall street Timori su stretta banche centrali, spread Btp-Bund tiene a 132    |    Tim: amplia calo in Borsa attorno a 5%, breve stop a ribasso Molto consistenti ma non eccezionali gli scambi    |    Sisma: Abi-Commissario a governo, prorogare sospensione rate Scaduta a fine dicembre. Non si può attendere dl milleproroghe    |    Cingolani, fondi per quasi 10 miliardi contro caro bollette Il ministro ha spiegato in Senato le misure allo studio    |    Orlando, sul lavoro povero non si può stare fermi Sicuramente con la pandemia la situazione non è migliorata    |    Pil: Ue, ci sono condizioni per un graduale ritiro sostegno Dombrovskis, 'crescita continuerà quest'anno e il prossimo'    |    Lavoro: Ministero,11,8% lavoratori povero, nuova strategia Orlando, con la pandemia la situazione non e' migliorata    |    In Italia l'11,8% dei lavoratori è povero Rapporto del Ministero del Lavoro: "Serve nuova strategia e introdurre 'in-work benefit' "    |    Banche: Abi, accelerano prestiti, a dicembre +2,5% Depositi a livello record    |    Microsoft cresce nei videogiochi, compra Activision Pagherà 68,7 miliardi di dollari, 95 dollari per ogni azione.    |    Borsa: Europa in calo attende Wall Street, Milano -0,6% A Piazza Affari migliorano le banche. Euro debole sul dollaro    |    Prada: resta trend crescita, ricavi 2021 3,3 miliardi (+41%) Secondo semestre +27% sul 2020 e +21% sul 2019    |    Borsa: Milano in rosso con Europa, scivola Tim In rosso anche banche e moda. Lo spread Btp-Bund a 133 punti    |    Energia: Ast, impensabile dipendenza totale da rinnovabili Burelli, cerchiamo di ribaltare parte extra-costi a clienti    |    Entrate: cartelle di pagamento, non si paga più l'aggio Somme saranno a carico dello Stato    |    Borsa:Europa scivola con rialzo rendimenti Treasury,Milano -0,9% Sale energia con petrolio, il gas in calo.Euro debole su dollaro    |    Unicredit: nuova cartolarizzazione garantita da Bei per pmi Si tratta di un portafoglio di circa 2 miliardi di euro    |    Consip:aggiudicati 14 lotti illuminazione pubblica da 105mln A disposizione piccoli Comuni gestione 188mila punti luce    |    Elettricità: Gme, +10,7% prezzo borsa ultima settimana Crescono anche volumi    |    Commercio estero: a novembre export +16,8%, import + 27,9% Prezzi all'import accelerano da +15,3% a +15,9%    |    Elettricità: Gme, +10,7% prezzo borsa ultima settimana In crescita anche i volumi scambiati    |    Borsa: Europa peggiora con petrolio e gas, Stoxx 600 -1,2% Pesano auto, moda e banche. L'euro in flessione sul dollaro    |    Italgas: accordo con Buzzi per decarbonizzazione dei cementi Studio di fattibilità per realizzare impianti 'Power to gas'    |    Energia:Confindustria Ceramica, domani ci aspettiamo risposte Savorani a viglia tavolo con Giorgetti, servono misure urgenti    |    Borsa: Milano peggiora con le banche e cede l'1,1% In flessione Tim e la moda. Lo spread Btp-Bund sale a 133 punti    |    Benzina: nuovi ritocchi al rialzo su rete, media self 1,760 Qe, in servito prezzo 1,894; in crescita anche metano    |    Energia: Le Maire, contro caro-prezzi riformare mercato Ue 'Inflazione preoccupa tutti, da Francia e Italia a Germania'    |    Borsa: Europa apre in calo, pesa impennata petrolio Parigi (-0,41%), Francoforte (-0,59%), Londra (-0,34%)    |    Borsa: Milano apre in calo (-0,4%) Il primo indice Ftse Mib a 27.579 punti    |    Giovannini,in 10 anni 100 mld per infrastrutture sostenibili Con investimenti Pnrr e fondi in Legge di Bilancio    |    Auto: mercato Europa in rosso, -1,5% nel 2021 A dicembre flessione del 21,7%. Gruppo Stellantis, -1,6%    |    Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 131 punti Il rendimento del decennale italiano sale all'1,308%    |    Oro: poco mosso a 1.814 dollari l'oncia Cede lo 0,2% sui mercati asiatici    |    Petrolio: su massimi da 2014, Wti sale a 85,36 dollari Brent a 87,70 dollari al barile    |    Borsa: Asia chiude in calo,si guarda a petrolio e inflazione Tokyo (-0,27%) dopo banca centrale. Yen in calo su dollaro    |    Petrolio: Brent a 86,84 dollari al barile, ai massimi dal 2014 Prezzo spinto da tensioni geopolitiche e aumento della domanda    |    Crollano le nascite in Cina, mai così poche da 70 anni Xi: piena fiducia nel futuro dell'economia. Pil tiene, la Banca centrale taglia i tassi    |   
Sopra

Lavoro

12/01/2022 Nota Emergenza Covid: novità fine 2021 e inizio 2022

Con i provvedimenti di fine 2021 e inizio 2022 il Governo ha introdotto ulteriori e rilevanti disposizioni per contrastare il Covid19.

Di particolare interesse la proroga di alcune misure (tra cui quelle sulla tutela dei lavoratori fragili e sul lavoro agile “emergenziale”), le norme che estendono il requisito del cosiddetto super green pass, quelle sull’uso delle mascherine, sulla nuova quarantena e per l’estensione dell’obbligo vaccinale ai cittadini e lavoratori ultracinquantenni.

 In allegato, una nota di Confindustria che illustra le novità introdotte.
10/12/2021 Siglato il Protocollo nazionale sul lavoro agile


Lo scorso 7 dicembre, ad esito di un approfondito confronto promosso dal Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, Confindustria e le altre principali associazioni datoriali e sindacali hanno dato il proprio assenso alla sottoscrizione del Protocollo nazionale sul lavoro in modalità agile che trasmettiamo in allegato.

Il Protocollo, che affronta un tema di straordinaria rilevanza organizzativa per le imprese, si prefigge un duplice obiettivo.

Da un lato, offre alla contrattazione collettiva delle linee di indirizzo per consentire alle imprese di implementare l'organizzazione del lavoro in modalità agile, all'interno di una cornice regolatoria ampia e non vincolante, peraltro, facendo salvi anche gli eventuali accordi vigenti.

Dall'altro, indica chiaramente al decisore politico - in particolare al Parlamento, dove sono in discussione diversi progetti e disegni di legge - la ferma volontà delle parti sociali di voler affidare alla contrattazione collettiva la regolazione dello smart working, sulla base, però, dell'impianto normativo attualmente vigente (legge 22 maggio 2017, n.81).

Il Protocollo, quindi, confermando l’attuale impianto legislativo, mantiene in capo alle parti del rapporto di lavoro – datore di lavoro e lavoratore – il potere regolatorio nella conclusione dell’accordo per l’adesione allo smart working e, con riferimento alle previsioni minime da inserire nell’accordo individuale - tra le quali, l’alternanza tra il lavoro nei locali aziendali e all’esterno e l'obbligo, per il datore di lavoro, di adottare le misure tecniche/organizzative volte ad assicurare la c.d. disconnessione - non introduce ulteriori vincoli nel quadro regolatorio vigente.

Insomma, il Protocollo crea le condizioni per accompagnare, attraverso la contrattazione collettiva, in un clima di leale collaborazione, un processo di trasformazione dei modelli organizzativi delle imprese di cui ancora non si vedono con chiarezza gli sviluppi.

Esaminando, seppur sinteticamente, i contenuti è possibile affermare che il Protocollo mantiene gli aspetti qualificanti del lavoro agile come oggi disciplinato dalla legge:

conferma l'elemento della autonomia nello svolgimento della prestazione ma nell’ambito degli obiettivi prefissati, nel rispetto dell’organizzazione delle attività assegnate, garantendo l’operatività dell’azienda e l'interconnessione tra le varie funzioni aziendali;
conferma quanto previsto dalla legislazione vigente anche con riguardo all'assenza di un preciso orario di lavoro e la sostanziale incompatibilità del lavoro straordinario con il lavoro in modalità agile;
conferma la necessità di prevedere specifiche misure tecniche e organizzative per garantire una fascia oraria di disconnessione nella quale il lavoratore non eroga la prestazione lavorativa;
conferma la libertà del lavoratore di individuare il luogo ove svolgere la prestazione in modalità agile, purché l'ambiente abbia caratteristiche tali da consentire la regolare esecuzione della prestazione, in condizioni di sicurezza e riservatezza, anche con specifico riferimento al trattamento dei dati e delle informazioni aziendali e alle esigenze di connessione con i sistemi aziendali;
conferma che, salvo diverso accordo, “di norma” la strumentazione tecnologica viene fornita dal datore di lavoro;
conferma il principio di parità di trattamento tra lavoratori che erogano la propria prestazione in presenza e lavoratori che svolgono la prestazione con modalità agile, anche con riferimento alla formazione continua;
conferma, per quanto riguarda gli aspetti di salute e sicurezza, l’impianto di legge, precisando che, alla parte di lavoro svolta in modalità agile, delle norme di cui Testo Unico 81/08, si applicano le prescrizioni relative agli obblighi comportamentali, anche in merito alle dotazioni tecnologiche informatiche fornite dal datore di lavoro;
conferma, sempre in tema di salute e sicurezza, la centralità dell’informativa scritta che il datore di lavoro deve consegnare al lavoratore e l’obbligo per quest’ultimo di cooperare all’attuazione delle misure di sicurezza adottate dal datore di lavoro.
Occorre, da ultimo, sottolineare due aspetti che rivestono particolare importanza per le imprese.

Innanzitutto, è evidente che attraverso il lavoro in modalità agile si potranno perseguire anche obiettivi di interesse generale, soprattutto, nell'ottica della sostenibilità ambientale e sociale. Per questo motivo, nel Protocollo, le parti sociali hanno chiesto al Governo di adottare adeguate politiche di incentivazione, fiscale e contributiva, per favorire accordi collettivi che valorizzino questi profili connaturati al lavoro agile.

Infine, è stata nuovamente avanzata - a margine della discussione con il Ministro Orlando - la richiesta di introdurre urgenti misure di semplificazione del regime delle comunicazioni obbligatorie relative all’invio dell’accordo individuale che seguano le stesse modalità del regime semplificato attualmente vigente. Ciò non soltanto con riferimento agli accordi che seguiranno l'attuazione del Protocollo ma, anche e soprattutto, con riferimento alla uscita dal regime semplificato legato all'emergenza Covid, attualmente previsto per il 31 dicembre 2021.

29/09/2021 DL GREEN PASS - procedure per l'accesso ai luoghi di lavoro

In allegato un documento, elaborato da ANCE, contenente prime modalità operative per l’organizzazione delle verifiche del Green pass [1], da parte del datore di lavoro, a tutti i lavoratori e ai soggetti (ivi inclusi i lavoratori autonomi e i collaboratori non dipendenti) che svolgono, a qualunque titolo, la propria attività lavorativa o di formazione nei luoghi di lavoro, anche sulla base di contratti esterni [2].

Ciò al fine di poter accedere ai luoghi di lavoro privati, dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 [3], in attuazione di quanto previsto dall’art. 3 del DL n. 127/2021.

In particolare, in attuazione di quanto previsto al comma 5 dell’art. 3 del suddetto decreto, è stata predisposta la seguente documentazione che ciascun datore di lavoro potrà personalizzare sulla base della propria organizzazione aziendale:
• Procedura per il datore di lavoro;
• Comunicazione ai lavoratori (All. n. 1);
• Informativa in materia di privacy per i lavoratori (All. n. 2);
• Lettera di incarico (All. n. 3);
• Informativa in materia di privacy per esterni (All. n. 4);
• Modulo per la misurazione della temperatura e la verifica del Green pass (All. n. 5).

Tale documentazione contiene prime indicazioni operative che saranno suscettibili di modifiche e/o integrazioni a seguito dell’emanazione delle Linee guida nel settore pubblico e/o a seguito di ulteriori indicazioni da parte di Confindustria, Ance o di altri soggetti deputati.

________________________________________
[1] In attuazione di quanto previsto dal comma 5 dell’art. 3 del DL n. 127/2021
[2] Tale disposizione non si applica ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare 4 agosto 2021 del Ministero della salute
[3] Termine di cessazione dello stato di emergenza
_____________________________

29/09/2021 Estensione del Green Pass al Lavoro Privato, DL 21 settembre 2021, n. 127 - Circolare Confindustria
In allegato la circolare di Confindustria che avvia l'iter di approfondimento del Decreto legge DL 21 settembre 2021, n. 127 con il quale viene esteso l'obbligo di Green pass al lavoro privato
09/11/2020 VII edizione Premio imprese per la sicurezza

Confindustria ha dato avvio anche quest'anno, insieme ad INAIL e con la collaborazione tecnica di APQI (Associazione Premio Qualità Italia) e di Accredia (Ente Italiano di Accreditamento), alla VII edizione del “Premio Imprese per la sicurezza”, al fine di valorizzare le imprese che fanno della prevenzione e della sicurezza un cardine della propria quotidianità e che si contraddistinguono per l'impegno concreto e per i risultati gestionali conseguiti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

 

Il Premio utilizza un modello innovativo appositamente sviluppato per valutare la “Gestione Totale della Sicurezza”  che analizza i “molteplici aspetti” dell’azienda dal punto di vista della sicurezza sul lavoro.


Tutte le imprese partecipanti, non solo i finalisti, inoltre, riceveranno un report personalizzato che consentirà di individuare i punti di forza e le aree di miglioramento e di confrontare il punteggio raggiunto con quello degli altri partecipanti. Un’utile “cartina di tornasole” per capire la propria capacità sui temi della salute e sicurezza sul lavoro.


Sulla homepage del sito di Confindustria nazionale, cliccando sul Appuntamenti/Iniziative e progetti “https://www.confindustria.it/home/appuntamenti/iniziative-progetti/dettaglio-evento/premio-sicurezza-2020”,  sono disponibili le informazioni necessarie per poter partecipare (la scadenza prevista è il 21 dicembre 2020, ore 14).

 

Il 16 novembre prossimo, infine, si terrà un webinar che darà indicazioni su contenuti e modalità di partecipazione (in allegato il programma con il link per seguire il webinar).

 

 

Come noto è massima l’attenzione di Confindustria ai temi della sicurezza

Si trasmette di seguito il link di un tutorial realizzato con Inail, contenente una video intervista sul tema del Vice Presidente nazionale Stirpe (https://youtu.be/keXUBWYKmgU).

26/10/2020 L’Inps sblocca la decontribuzione Sud, consistente in uno sgravio del 30% senza massimali dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020

L’Inps sblocca dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020 (ma con l’impegno ad estenderla fino al 2029) la decontribuzione Sud, consistente in uno sgravio del 30% senza massimali, prevista dal decreto legge n. 104/2020. 

L’agevolazione è già usufruibile con l’Uniemens di ottobre con scadenza al 16 novembre prossimo.

La decontribuzione si potrà fruire anche senza rispettare i principi voluti dall’articolo 31 del Dlgs 150/15, come il rispetto del diritto di precedenza nelle assunzioni di alcuni lavoratori o l’inapplicabilità dell’agevolazione in caso di assunzioni non volontarie. Ottenuto il via libera dalla Ue, l’Inps, con la circolare 122 del 22.10.2020, allegata, disciplina l’esonero per le aziende che occupano dipendenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Lo sgravio si può applicare a tutti i dipendenti (con qualunque tipologia contrattuale), esclusi agricoli e domestici, compresi anche i nuovi rapporti costituiti nell’ultimo trimestre del corrente anno. Grazie allo sgravio - non riconosciuto per i premi Inail - i datori risparmieranno il 30% dei contributi complessivi dovuti, senza alcun massimale. Si tratta di un intervento importante, in quanto consentirà alle aziende un discreto risparmio anche per i dipendenti con retribuzioni medio alte.

L’Inps ricorda che l’esonero non si può applicare su tutti i contributi dovuti; restano fuori dall’aiuto alcune ormai note forme di contribuzione come il contributo integrativo Naspi (0,30%) e le contribuzioni di tipo solidaristico. L’operazione recupero può iniziare già dall’UniEmens di ottobre con scadenza di versamento al 16 novembre. 

L’Inps precisa che - pur trattandosi di un incentivo, in considerazione del fatto che lo stesso si rivolge sia al personale in forza, sia ai nuovi assunti in base a un’interpretazione estensiva della norma - la nuova decontribuzione Sud, non ha natura di incentivo all’assunzione. Tuttavia, trattandosi di un beneficio contributivo, si rende necessario il rispetto delle disposizioni contenute nei commi 1175 e 1176 della legge 296/2006. Questo significa che l’azienda ha diritto all’esonero se è in possesso del Durc, se non ha violato le norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro, se rispetta gli altri obblighi di legge in materia e se con contravviene alle regole imposte dagli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. Nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta, lo sgravio è cumulabile con altre facilitazioni contributive previste dall’ordinamento.

Il nuovo sgravio è cumulabile, altresì, con gli incentivi economici e, anche in questo caso, limita alla contribuzione datoriale dovuta.

 

 
COPYRIGHT © 2022. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com