Questo sito web utilizza i cookie per implementare alcune funzionalità statistiche e promozionali. Proseguendo con la navigazione si intende accettata la Cookie Policy. Privacy Policy
  • Login
  • Area privata

APPALTI E FISCO. La semplice presunzione di irregolarità tributarie esclude le imprese dalle gare

Il decreto semplificazioni complica la vita gli operatori economici: invece di snellire e favorìre un rapporto sinergico e proattivo fra pubblica amministrazione e imprese, si continua a porre e imporre "lacci e lacciuoli" che impediscono di operare e portare sviluppo al Paese.

In particolare ha sollevato una imponente levata di scudi la previsione di impedire la partecipazione alle gare di appalto pubblico, con evidenti ripercussioni di natura economica e finanziaria sull'intero sistema produttivo, anche solo in presenza di una presunzione di irregolarità tributaria. 

Al fine di trovare la migliore soluzione e arginare l'ennesima spada di Damocle pendente sulle imprese, Confindustria Lecce e Confindustria Brindisi organizzano venerdì 16 ottobre ore 16 presso Hilton Garden Inn a Lecce un incontro con la deputazione parlamentare di riferimento.

L'obiettivo, con il contributo dell'avvocato Maurizio Villani, tributarista del foro di Lecce, è giungere alla cancellazione della norma che prevede l'impossibilità di partecipare ai bandi di gara anche solo in presenza di un avviso di accertamento, lasciando la previsione dell'accertamento definitivo della violazione grave.

Solo in questo modo si potrà evitare di aggravare la già precaria e critica situazione delle imprese che operano con il pubblico.

Si allega il programma

Allegati:
Scarica questo file (Appalti e fisco.pdf)Appalti e fisco.pdf1856 Kb
COPYRIGHT © 2020. CONFINDUSTRIA LECCE via VITO FORNARI, 12 - 73100 LECCE
TEL. 0832.316061 - FAX. 0832.397402
Powered by Informatica & Tecnologia  Designed by Shape5.com